Novità

FROSONE (6)


PEPPOLA (6)


PORCIGLIONE (3)


GHEPPIO (2)


MARTIN PESCATORE (1)


VERDONE (11)

 

TARABUSO (3)

 

CINCIALLEGRA (5)

 

PETTIROSSO (4)

 

SCRICCIOLO (1)

 

AIRONE CINERINO (1)

 

POIANA (1)

 

 


 


L'AMORE PER LA NATURA

E’ difficile che l’amore ed il rispetto per la natura maturino in un uomo col passare degli anni, che una mente che ha sempre diffidato del “diverso” come qualcosa di lontano e inespugnabile, di colpo muti atteggiamento.

Io credo che invece sia un piccolo dono che viene trasmesso, partendo da piccole cose come non lasciare per terra una cartaccia sino ad arrivare all’osservare un piccolo uccello che si libera nel vuoto.

L’amore ed il rispetto per la natura sono nati in me all'età di 8 anni, quando mia nonna mi accompagnava lungo il torrente del mio paese affinché io potessi raggiungere con lo sguardo i lontani e vigili aironi. Ogni qual volta provavamo ad avvicinarci, convinti che i nostri passi accorti ci rendessero immuni alle attenzioni degli aironi, essi spiegavano le ali e si spostavano, irraggiungibili.

Fu proprio questa loro natura preziosa ed inviolabile che nutrì in me una crescente curiosità e mi spinse sempre più frequentemente a cercarli tra il fango e i boschetti del torrente.

Col passare degli anni munimmo il nostro balcone di una casetta per uccelli che avvicinò a noi piccoli uccellini dal comportamento curioso e agitato.

Mia madre mi insegnò come fotografarli da distanze molto ridotte senza che essi si spaventassero, e da qui nacque in me anche il desiderio di fotografare gli uccelli in stato di liberà.

Così sempre più spesso ci recammo lungo il torrente tentando di catturare qualche immagine di airone con la mia piccola macchina fotografica, e ci riuscimmo con entusiasmo.

Così ogni anno da lì in poi fu costellato da miriadi di foto, che pur rappresentando, per la maggior parte, delle sagome sbiadite difficilmente accostabili ad un uccello, recavano in me grandissima soddisfazione.

Ricordo svariati inverni passati inseguendo un misterioso martin pescatore lungo tutto il torrente, sotto il silenzioso velo della neve e ravvivati da nuove specie di uccelli mai viste prima che cominciavamo a conoscere.

Il massimo che ottenni, fu questo:

 

 

Sono davvero tante le foto che ormai mi separano da quei momenti, e questo pur non essendo invecchiato molto (ora ho 17 anni), e migliorando la qualità della macchina fotografica sono migliorati anche i risultati.

Io ho ancora tutto da imparare su ciò che vuol dire “fotografia”, ma penso che per questo ci sarà spazio in futuro. Ora mi limito a divertirmi, collezionando immagini di uccelli di ogni genere, da quelli che ancora oggi frequentano il mio balcone a quelli che addirittura rischiano l’estinzione, e si eclissano nelle Oasi.

Spero davvero che il conoscere ed apprezzare queste creature mi sarà di sollievo anche da grande, quando, oltre che sfogliare album di me da piccolo, sfoglierò anche quelli delle mie vecchie foto di uccelli.